Consigli pratici per chi ha deciso di non affidarsi a miei servizi

Consigli pratici per chi ha deciso di non affidarsi a miei servizi

Avete un documento (un manuale, un contratto, un video aziendale…) da tradurre. Avete deciso di provare a rivolgervi a una traduttrice freelance come me o di chiedere un preventivo a un’agenzia di traduzioni individuata su Google. Poi, però, vi siete bloccati: non vi piaceva l’idea di condividere i vostri file all’esterno. Oppure il prezzo che vi hanno chiesto era molto più alto di quanto vi aspettaste (volete sapere come mai? Leggete qui!). E così, avete cambiato idea e avete deciso che farete tradurre quel file a qualche dipendente.

Nessun problema, capisco benissimo! Anzi, vorrei esservi comunque di aiuto e suggerirvi gli aspetti più importanti da tenere in considerazione in questi casi.

Create una squadra ad hoc

Identificate una persona o un piccolo team che si occuperà di tutte le traduzioni presenti e future. Questo vi permetterà di avere un’unica fonte a cui rivolgervi per tutte le vostre necessità linguistiche, garantendo anche un lessico e uno stile coerenti nel tempo.

Assicuratevi che le persone scelte abbiano competenze adeguate

La/e persona/e a cui affidate questo incarico dovrebbe/ro quanto meno conoscere la terminologia del vostro settore industriale e possedere competenze traduttologiche di base. Conoscere una lingua straniera, spesso, non è sufficiente a produrre testi impeccabili e scorrevoli, che sembrino scritti direttamente nella lingua di riferimento. Per questo, potreste anche pensare di assumere uno o più traduttori in-house.

Create/date loro accesso alle risorse necessarie

Un altro modo per assicurarvi che i vostri documenti e materiali siano coerenti e omogenei tra loro è garantire al/i traduttore/i accesso a testi simili o comunque rilevanti redatti in passato, glossari e, se possible, una guida stilistica aziendale. Se non ne avete una, prendete in considerazione di crearla, definendo il gergo tipico, il tono delle vostre comunicazioni e lo stile che preferite per i vostri materiali.

Supportatele con la giusta tecnologia

Prendete anche in considerazione di investire in tecnologie all’avanguardia, a partire da un buon CAT tool (computer-assisted translation software). Ne parlo in questo post.

Sembra troppo?!

È perché la traduzione non si può improvvisare, al pari di altre operazioni come il design web o la contabilità. Volete (ri)prendere in considerazione l’opzione di richiedere un aiuto esterno che si occupi di tutti questi aspetti? Fatemi sapere come posso aiutarvi.