Imparare una nuova lingua come buona pratica inclusiva

Imparare una nuova lingua come buona pratica inclusiva

Dopo i tre articoli pubblicati nel corso del 2021, quest’anno ho scritto un altro articolo per Hella Network, il collettivo che riunisce persone che lavorano nella pubblicità, nel marketing, nell’editoria e nel giornalismo per sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi dell’inclusività, l’abbandono degli stereotipi, il gender gap e, tema ovviamente a me più caro, il linguaggio inclusivo.

Questa volta, ho riflettuto su come imparare una lingua straniera possa insegnarci, tra mille altre cose, ad allargare i nostri orizzonti e a plasmare il linguaggio con l’obiettivo di renderlo più inclusivo e capace di riflettere l’evoluzione della realtà che ci circonda.

Trovate l’articolo completo qui.